Element Logo

Sei un commercialista?

Hai aggiornato l’Autovalutazione del rischio Antiriciclaggio?

Scarica gratuitamente il template di aggiornamento ed usufruisci della nostra consulenza gratuita per evitare le temibili sanzioni!

Il D.lgs. 231-07, così come modificato dal D.lgs. 90-17, infatti, IMPONE a tutti gli iscritti nell’albo dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili ed a chiunque svolga in maniera professionale attività in materia di contabilità e tributi, (compresi i Centri di Elaborazione di Dati, i Tributaristi, le Associazioni di Categoria, i CAF e i Patronati) il rispetto degli obblighi Antiriciclaggio Commercialisti.

Vediamo quali sono gli obblighi previsti.

Gli adempimenti richiesti dalla normativa antiriciclaggio ai soggetti obbligati sono tre:

  • l’autovalutazione del rischio
  • l’adeguata verifica della clientela
  • la conservazione della documentazione acquisita in occasione della verifica ai sensi del GDPR
  • la comunicazione delle sos e delle violazioni sull’utilizzo del contante

Scarica il template, compila la relazione e tieniti pronto per l’Invio al tuo Consiglio di appartenenza!




    Dichiaro di aver preso visione della Privacy Policy sul trattamento dei dati personali ai sensi degli artt.13 e 14 del Regolamento UE 2016/679 ("GDPR").

    Cos’è l’Autovalutazione del rischio

    È un’analisi su quanto l’attività dello studio sia esposta al rischio di condotte di riciclaggio e finanziamento del terrorismo.
    E’ una fotografia di come lo Studio Professionale esercita la propria attività:

    • come viene gestita la formazione;
    • che tipo di attività esercita;
    • che tipo di clienti lo impegna;
    • come vengono gestiti gli adempimenti.
    Self assessment risk - financial crime
    Come capita spesso in tema di adeguamento ad obblighi normativi, si potrebbe pensare che nel concreto poi i controlli non vengano svolti da nessuno, o se proprio sono effettuati sicuramente a noi non capiterà.

    Purtroppo non è proprio così….

    Financial crime - euros and handcuffs

    Nel secondo semestre del 2021 l’Unità di Informazione finanziaria ha complessivamente analizzato e trasmesso agli Organi investigativi 69.659 segnalazioni (138.482 nell’intero anno) e ha adottato vari provvedimenti di sospensione.

     

    Tra le segnalazioni analizzate, quelle riportabili ad anomalie legate al Covid-19 costituiscono nel semestre il 4,6 per cento del totale.

     

    Questi numeri evidenziano quanto l’Autorità sia attività nei controlli!

    Un esempio?

    “Viola norme antiriciclaggio: Sanzione da 100mila euro per un commercialista di Catania.

    l professionista era consulente contabile di diverse società.

    Un totale di 28 violazioni della normativa antiriciclaggio, per le quali sono previste sanzioni amministrative per complessivi 100 mila euro, sono state contestate dalla Guardia di Finanza di Catania a un commercialista”

     

    Una corretta autovalutazione del rischio consente di comprendere quali sono le vulnerabilità dello Studio e attuare il processo di miglioramento, evitando le sanzioni!

    EU court financial crime punishment

    Ecco alcuni delle domande più frequenti in materia.

    • Chi può sapere che ho fatto una segnalazione antiriciclaggio?
      La tutela è piena. Lo può sapere solo l’organismo al quale si denuncia il sospetto ed i soggetti delegati alle indagini come la D.I.A.
    • Per i professionisti la formazione è obbligatoria?

      La formazione è obbligatoria, ma non bastano solo gli eventi organizzati dal Consiglio dell’Ordine. È indispensabile che il titolare e i suoi collaboratori seguano un piano di formazione continua. 

    • Cosa significa approccio basato sul rischio?
      significa prevenire il rischio che il cliente commetta operazioni di riciclaggio.
      E questo lo posso prevenire se ho fatto adeguate procedure di verifica della clientela, ho formato i collaboratori e dipendenti, mi sono adeguatamente adeguato alla normativa.
    • Ma se il cliente che seguo cambia per esempio il Consiglio di amministrazione?
      Occorre fare sempre un controllo costante sui clienti. In quanto è proprio con il cambio che può accadere che il nuovo amministratore effettui pratiche scorrette
    • Che tempistiche devo osservare per i controlli?
      rischio basso: 36 mesi.
      rischio medio:24 mesi.
      rischio alto: 6/12 mesi.
    • Ma quindi risponde anche il Professionista se l’illecito è compiuto dal cliente?
      Il Professionista o lo Studio Professionale che non disponga di adeguati presidi antiriciclaggio risponde con sanzioni:
      • amministrative, con riferimento alle sanzioni previste dal D.Lgs. 21 novembre 2007, n. 231, per la violazione (ovvero il non corretto adempimento) degli obblighi antiriciclaggio.
      • penale, in relazione alla eventuale ulteriore circostanza che l’inadempimento di tali obblighi venga considerato in sede giudiziale anche sotto il profilo del concorso esterno del professionista nel reato del cliente.
    TESTIMONIALS

    Quello che dicono su di noi

    Professionisti preparati, risposte a tutti i quesiti. La documentazione prodotta da Element è stata illustrata in ogni sua parte ed ha facilitato l'adempimento alle norme sulla privacy dello Studio. Per questi motivi raccomanderei senz'altro Element ai miei colleghi

    Dott. Alessio Conti SDC Studio Dentistico

    "Un team professionale ed esperto. Non credevamo che potessimo essere a norma di legge con tale facilità e velocità, senza inutili processi."

    Yuma

    Siamo stati assistiti da professionisti di alto profilo tecnico, orientati ad assistere i clienti creando sistemi di gestione della compliance (GDPR, 231, Antiriciclaggio) concretamente applicabili in modo semplice ma efficace.

    Kattedra
    Image of GDPR padlock icon and Euro stars

    Le norme per la Privacy sono obbligatorie!

    La tua azienda può permettersi di pagare multe che potevano essere evitate?